Editorials «Proriv»

Centralismo scientifico: temi brevi(una breve sintesi di tesi.)

Original (in russo)

In inglese

I sostenitori del "Proryv" hanno proposto un nuovo concetto di party building.

Questo concetto era chiamato "centralismo scientifico".

Di seguito una breve sintesi di tesi.

La stretta osservanza delle esigenze della teoria del marxismo porta inevitabilmente alla conclusione che il Partito comunista non è un partito del centralismo democratico, ma un partito della visione scientifica mondiale della maggioranza assoluta dei suoi membri.

Democrazia, specialmente nella versione in cui è stata cantata dai classici proprietari di schiavi e dalla moderna borghesia, e scientificamente antagonisticamente opposta.

Lo studio delle cause del degrado e del crollo del PCUS ha mostrato che, tra i principali, l'analfabetismo teorico, soprattutto, della leadership del partito.

Una delle ragioni per la disintegrazione opportunista del partito fu il culto della democrazia, attraverso il quale quadri incompetenti presero posizioni di primo piano nel partito, trasformandosi, così, in conduttori volontari e involontari di concetti non scientifici, cioè opportunistici, anticomunisti.

Diamatics insegna che la realtà oggettiva, inclusa la società, è conoscibile, e quindi c'è solo una verità oggettiva per ogni domanda specifica.

La storia del Partito Comunista di Lenin-Stalin ha dimostrato che queste verità non possono essere elaborate dalle discussioni, e tanto meno votando.

Verità scientifica, che è costruito sulla base della politica bolscevica, raggiunto intenso lavoro teorico telaio più consapevole e avanzata utilizzando la metodologia dialettica materialista e limitare il livello di integrità.

Tale lavoro era sotto la forza dei veri leader del comunismo: Marx, Engels, Lenin e Stalin.

La pratica storica del comunismo nell'URSS mostrò che i leader svilupparono la teoria, misero insieme una ristretta cerchia di forti sostenitori, poi elaborarono la linea politica del partito, che poi dovette essere formalizzata attraverso procedure democratiche.

Non appena i leader morirono, il vertice del partito, senza presentare alcun motivo teorico, iniziò a perseguire una linea arbitraria, opportunista, politica, approvata dall'autorità del voto di una maggioranza di partito insufficientemente competente.

In altre parole, il bolscevismo nel partito si basava sull'alfabetizzazione teorica e sulla coscienziosità dei leader, sulla loro coscienza, qualità intellettuali e volitive.

Lo studio ha dimostrato che per proteggere il Partito Comunista dalla rinascita opportunistica è necessario:

I) abbandonare il principio del centralismo democratico, specialmente nello sviluppo delle decisioni strategiche;

II) sviluppare soluzioni esclusivamente dalla ricerca scientifica, raggiungendo il consenso scientifico, principalmente negli organi direttivi del partito;

III) accettare nel partito solo le persone che hanno pienamente dimostrato il loro dovuto atteggiamento nei confronti dello studio del marxismo-leninismo e della sua propaganda.

Governare i corpi del partito a tutti i livelli per accettare persone che hanno dimostrato la loro validità teorica (avendo pubblicazioni marxiste con contenuti originali), che hanno mostrato capacità propagandistiche e organizzative (il che significa rinunciare al principio di riconoscere un programma a favore del principio di comprensione e applicazione pratica del programma);

IV) costruire un partito non dal basso verso l'alto - dalle organizzazioni primarie che compongono il congresso e scegliere la leadership, e dall'alto verso il basso - dall'autorevole edizione marxista stampata (Organo centrale), attorno al quale il personale più competente, testato nel caso, formerà il Comitato Organizzatore Centrale;

V) completare la composizione dell'Organo centrale, organi di stampa regionali e locali solo con il metodo di cooptazione, sulla base dei risultati di concreti lavori scientifici e di propaganda;

VI) riconoscere come quadri dirigenti solo quelle persone che possiedono pienamente la metodologia diammatica e migliorano continuamente il loro livello teorico;

VII) riconoscere come legge interiore della vita del partito la disciplina più rigida, basata sulla mobilitazione della coscienza di partito, su una partnership che preclude la competizione e il carrierismo in qualsiasi forma.

L'iniziativa che è nata dalla convinzione interiore del compagno nella sua maturità scientifica, competenza e volontà di assumersi la responsabilità personale per il rispetto della posizione ricoperta dovrebbe diventare lo standard di condotta per un membro del partito.

Il criterio principale per la nomina di un compagno per la leadership dal partito collettivo deve essere la sua competenza, confermata dai risultati pratici della sua personale propaganda, agitazione e organizzazione;

VIII) riconoscere la priorità della forma teorica della lotta di classe, in tutte le fasi della lotta di classe, specialmente se il paese non è ancora entrato in un periodo di situazione direttamente rivoluzionaria;

IX) propone lo slogan per la continua autoeducazione di ciascun membro del partito;

X) ha proposto il principio del dialogo camerale, escludendo la competitività e il doppio gioco, invece della tradizionale eccitazione delle discussioni.

La sequenza storica della formazione e della vittoria del partito del centralismo scientifico è la seguente.

I. Un politicamente cittadini attivi, ha sperimentato tutti i "fascino" del capitalismo, fissando nella sua mente la crescente dell'albero della sofferenza di massa e deformità sociali comunali, assicurarsi che i partiti moderni successo e nome comunista, costruita sul principio del centralismo democratico, padroneggiare in modo indipendente il marxismo come scienza in piena estensione.

Non esiste un altro metodo efficace per portare il tuo livello scientifico a vittorioso.

Un'altra cosa è che la propaganda e l'agitazione aiutano un individuo a sviluppare una posizione iniziale, ma la crescita scientifica dei quadri dipende interamente dalla loro personale diligenza mentale.

II. Solo avanzando intensamente lungo il percorso di padronanza della scienza marxista le persone possono unirsi sulla base di una mentalità simile e formare un Organo centrale, l'iniziativa regionale e locale stampata sugli organi del Partito del Centralismo Scientifico.

III. L'Organo Centrale, prima di tutto, sviluppa e attualizza la teoria marxista, sviluppando così il programma del Partito del Centralismo Scientifico, che delinea la strategia della lotta per costruire il comunismo sulla base dei prerequisiti oggettivi e soggettivi esistenti.

IV. L'autorità centrale deve nominare una squadra di propagandisti e agitatori che hanno dimostrato nella pratica l'alta formazione scientifica e teorica, qualità delle pubblicazioni e la disponibilità di capacità organizzative mentre si lavora con i proletari di lavoro mentale e fisica a livello regionale e locale.

V. Il Partito del Centralismo Scientifico è formato dal fatto oggettivo del crescente numero di gruppi regionali e locali che riconoscono il concetto di centralismo scientifico, formato attorno ai loro mezzi elettronici e cartacei locali, riconoscendo gli atteggiamenti teorici, strategici e tattici dell'Organo Centrale della PCS (non c'è motivo di chiamare un'organizzazione di partito un gruppo di persone in grado di rilasciare sistematicamente almeno un'edizione elettronica).

VI. Comitato Organizzatore Centrale stabilisce e cresce con il numero di organizzazione regionale e locale del PCS, come il personale della crescita, secondo le proposte delle organizzazioni regionali e locali (le funzioni di CSC si formano a causa dello sviluppo scientifico e teorico del Organo centrale, regionale e le organizzazioni locali).

VII. Le organizzazioni primarie sono così modellate intorno ai loro corpi di propaganda marxista.

VIII. Così il PCS si trasforma in un centro scientifico, nel quartier generale della classe operaia, nel cervello, nelle avanguardie ideologiche.

IX. La PCS acquisisce gradualmente legami con le masse, gli agitatori vengono reclutati al partito e ai sostenitori del partito con grande pressione, rafforzando così l'autorità scientifica tra le masse della classe operaia.

X. Il PCS dirige il movimento proletario e, di conseguenza, organizza il proletariato nella classe operaia che, a determinate condizioni, assume il potere politico.

Scienza: una questione difficile, ma l'unica affidabile!

Ottobre 2018
Написать письмо
в редакцию
Редакционные
статьи
Ещё статьи
на эту тему


Поделиться в соцсетях

Рейтинг@Mail.ru Rambler's Top100
Новости
К читателям
Свежий выпуск
Архив
Библиотека
Музыка
Видео
Наши товарищи
Ссылки
Контакты
Живой журнал
RSS-лента